Alimentazione Glicemia

Diabete, glicemia controllata grazie al telefonino con un microchip

Diabete, un sensore impiantato sottocute, nel braccio che consente di misurare 24 ore su 24 il valore di glucosio che il paziente può leggere su un’app del proprio smartphone.

L’autocontrollo dei livelli glicemici, frequente nel corso delle 24 ore, è essenziale nella corretta gestione del diabete. La tecnologia è venuta in aiuto a questo bisogno rendendo questa azione diagnostica più semplice e precisa: un sensore impiantato sottocute, nel braccio che consente di misurare 24 ore su 24 il valore di glucosio che il paziente può leggere su un’app del proprio smartphone. Una vera svolta in termini di prevenzione e miglioramento della qualità della vita per le persone con diabete.

E’ la nuova tecnologia che l’unità operativa di Diabetologia dell’Ospedale Paolo Borsellino di Marsala ha messo a disposizione dei suoi pazienti.Il dispositivo si chiama "CGM (Continuos Glucose Monitoring) Eversense", ed è impiantabile attraverso una piccola incisione orizzontale sul braccio. Il sensore comunica con un piccolo trasmettitore che registra i valori di glucosio rilevati dal sensore e li invia all’app dello smartphone, permettendo in tal modo al paziente un controllo glicemico più comodo, immediato, e soprattutto, continuo, durante le 24 ore.

Il sistema invia avvisi e notifiche relativi ai valori del glucosio, visibili in qualsiasi momento sull'app. Gli algoritmi predittivi avvertono il paziente di probabili episodi di ipo o iperglicemia, segnalati da allarmi sonori. Il paziente può condividere questi dati con il proprio diabetologo in ogni momento, attraverso un sito dedicato.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1534503216-3-despar.gif