Dimagrimento Perdere peso

La dieta della personalità

La dieta della persona: friselle e mozzarella di bufala se non sai rinunciare alla buona cucina, cioccolato fondente se cerchi conforto

La dieta della personalità, o della persona parte dall'idea di medicina personalizzata: terapie su misura per il singolo paziente, per garantirne l’efficacia e ridurre gli effetti collaterali. Infatti, se lo schema proposto prevede cibi che non ti piacciono o regole inconciliabili con gli impegni della giornata, è inevitabile abbandonarlo presto.

Per rispondere alle esigenze di tutti, dunque, è nata "La dieta persona" (Tre60 Tea editore), un metodo basato sulla personalità per controllare la fame, sentirsi gratificati e dimagrire. L’autrice è Tiziana Stallone, biologa e nutrizionista, secondo cui siamo tutti diversi nei gusti, nel metabolismo, nella composizione corporea e nel carattere: «La dieta è giusta se prende in considerazione i nostri vizi, debolezze ed esigenze. Solo così può aiutare a dimagrire con gratificazione, accrescendo la forza di volontà».

I profili piscologici

Tiziana Stallone ha individuato quattro profili psicologici e per ognuno ha messo a punto uno schema dietetico. La Malinconica, per esempio, è la donna che si divide tra famiglia e lavoro: per lei il cibo è una delle poche concessioni, dunque la dieta dovrà tenerne conto e offrire piatti equilibrati ma appaganti. Anche la Compulsiva cerca compensazione da ansia e insoddisfazioni nel cibo: insicura e sempre in lotta con se stessa, tra la volontà di mangiare e controllarsi, quando cede ai piaceri della tavola ha sensi di colpa. Per lei, la soluzione è far pace con il cibo, evitando di eliminare gruppi di alimenti e puntando su strategie per sentirsi più sazia, come le verdure a inizio pasto. Per la Sociale, mangiare è sinonimo di convivialità e aggregazione, e offrire agli altri pasti ricchi la gratifica. La sua dieta, quindi, dovrà tenerne conto e prevedere piatti più abbondanti e pasti liberi. L’Edonista, infine, è un’amante della buona cucina e privilegia la qualità rispetto alla quantità: per lei, il menu dovrà essere leggero ma attento al gusto.

Sì al cioccolato

Quel che si impara durante la dieta deve diventare un vero e proprio stile di vita: «Se si seguono le regole, in alcune occasioni ci si può rilassare e mangiare di più, concedersi qualche gratificazione: un pezzo di cioccolato, un panino al posto dello yogurt». L’importante è essere sempre consa- pevoli di come e quanto si mangia, di quanto ci si muove, della fase della vita in cui ci si trova. In alcuni periodi, infatti, è difficile mantenere il peso forma: la menopausa, il momento in cui si smette di fumare, l’età, dato che a ogni decade c’è una significativa riduzione del numero di calorie necessarie ogni giorno. Accanto alla dieta su misura, dunque, va sempre affiancato il movimento: «Cinquanta minuti di esercizio fisico tre volte alla settimana, come nuoto, nordic walking, corsa, ballo o ginnastica, vanno abbinati ad altri tipi di movimento, come camminare, fare le scale, sollevare pacchi, andare a ballare o a passeggio: cerchiamo occasioni di moto che si adattino a noi e che ci piacciano», spiega Tiziana Stallone.

COMPULSIVA
Menu bilanciati per vincere l’ansia

La Compulsiva è insicura, sempre in lotta tra il desiderio di mangiare e la volontà di controllarsi. Quando cede ai piaceri della tavola, scattano i sensi di colpa. Deve evitare digiuni o restrizioni, come l’eliminazione dei carboidrati. Per imparare a riconoscere i segnali di sazietà, può aiutarsi con alimenti monoporzione, piatti non troppo grandi ma pieni, verdure all’inizio del pasto.
COLAZIONE: 150 g di frutta fresca + 1 fetta di pane di segale con marmellata di arance o mirtilli
SPUNTINO: 1 vasetto di yogurt greco o un cappuccino PRANZO: verdura e funghi a volontà + 1 pacchetto di cracker o 1 fetta di pane integrale + 150 g di carne magra o 200 g di pesce o 100 g di ricotta o 150 g di formaggio primo sale o 125 g di mozzarella o 100 g di bresaola, arrosto di tacchino o prosciutto crudo sgrassato o 100 g di salmone affumicato o 200 g di molluschi e crostacei o 160 g di tonno o sgombro in scatola o 240 g di legumi (secchi 80 g). Due volte a settimana puoi optare per verdura + 100 g di pasta o riso integrale o 250 g di gnocchi o 125 g di tortellini freschi con 100 g di pesce o 20 g di parmigiano o 50 g di salmone MERENDA: 150 g di frutta fresca
CENA: Verdura o funghi + 40 g di pasta (minestra o minestrone) o 40 g di riso, pastina, couscous, semolino, quinoa, amaranto, grano saraceno, miglio, orzo o farro integrali + 150 g di carne magra o 200 g di pesce, 240 g di legumi (se secchi, 80 g) o 2 uova
SPUNTINO PRIMA DI ANDARE A DORMIRE: 30 g di cioccolato fondente all’85 per cento di cacao
OGNI GIORNO: 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, salsa di pomodoro, limone, aceto.
Ogni giorno bevi almeno 2 litri d’acqua.

SOCIALE
Ricette sostanziose e qualche pasto libero

Ama le occasioni conviviali e i pasti ricchi, con molte pietanze. La dieta deve garantirle momenti di libertà e privilegiare la quantità rispetto alla qualità del cibo, contenendo gli eccessi.
COLAZIONE: 1 tazza di latte parzialmente scremato, 4 biscotti SPUNTINO: 150 g di frutta fresca
PRANZO: 100 g di fettuccine all’uovo secche oppure, a scelta: 100 g di riso o pasta di grano duro, orzo e farro; 250 g di gnocchi di patate conditi con 150 g di pesce o molluschi o crostacei o 20 g di pecorino o ricotta salata; due cannelloni ripieni di carne o ricotta; 125 g di tortellini con salsa di pomodoro + verdura e funghi
MERENDA: 150 g di frutta fresca
CENA: 50 g di pane o, a scelta, 50 g di pizza bianca, purè di patate o 150 g di patate + 150 g di carne magra o a scelta coscia e sovracoscia di pollo, 5 bastoncini di pesce, 125 g di mozzarella, 100 g di prosciutto crudo o cotto sgrassati, 70 g di mortadella, salame, lonza magra + verdure a volontà
OGNI GIORNO: 2/3 cucchiai di olio extravergine di oliva, salsa di pomodoro, limone, aceto balsamico, 1 cucchiaio di senape. Bevi acqua in abbondanza: almeno due litri.

EDONISTA
Ridurre le calorie ma non il gusto

Raffinata cultrice della buona tavola, di cui parla spesso, in genere va in palestra e ha cura di sé. Di rado è obesa, ma talvolta, per la sua cucina elaborata, deve fare i conti con chili di troppo o eccesso di zuccheri e grassi nel sangue. La sua dieta dovrà contenere l’introito calorico, garantendole il piacere della buona cucina e i sapori.
COLAZIONE: 1 vasetto di yogurt bianco intero con un cucchiaino di miele + 2 fette biscottate integrali con un velo di burro e marmellata
SPUNTINO: 1 bicchiere (200 millilitri circa) di centrifugato di frutta e verdura con radice di zenzero PRANZO: 80 g di fettuccine secche all’uovo oppure, a scelta: 80 g di riso o pasta di grano duro o di altri cereali integrali; 80 g di orzo e farro; 200 g di gnocchi di patate o 100 g di pasta fresca conditi con 150 g di pesce, molluschi o crostacei oppure 50 g di salmone o tonno affumicato o 1 cucchiaio di ricotta o 1 cucchiaio di parmigiano o pecorino + funghi o verdure saltate in padella con capperi + 1 bicchiere di macedonia MERENDA: orzo macchiato o un tè al miele o al latte CENA: 40 g di pane carasau, oppure 50 g di pane con olive o noci o 40 g di frisella integrale + 150 g di carne magra alla pizzaiola o, in alternativa, coscia e sovracoscia di pollo con pan grattato e limone, oppure 150 g di insalata con legumi lessati, 80 g di tonno in scatola e pomodori oppure 50 g di salmone affumicato con 150 g di ceci lessati e rucola, oppure 100 g di mozzarella di bufala + verdure saltate a piacere
OGNI GIORNO: 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, salsa di pomodoro, limone, aceto e salse poco caloriche: tabasco, salsa di soia a basso contenuto di sale, un cucchiaio di senape. Bevi due litri d’acqua al giorno.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1543747182-3-nifosi.jpg