Fitness e salute Ipertensione

Le soluzioni della Natura contro la pressione troppo alta

Pressione alta, l'alimentazione da seguire, i cibi da evitare, l'attività fisica da praticare. L'uso del sale

Se la pressione tende ad essere troppo alta e i disturbi persistono, un controllo specialistico è sempre d’obbligo. Tuttavia, per trattare i sintomi più lievi, ma anche come prevenzione durante il climaterio e/o la menopausa, è la Natura che ancora una volta ci viene in soccorso.

I rimedi del mattino. I tre gemmoderivati che salvano le arterie

Per sostenere il circolo e mantenere nel range ottimale i valori della pressione arteriosa, oltre che per garantire sempre un'adeguata introduzione dei liquidi, indispensabili per conservare il sangue fluido e le arterie ben idratate, la cura s’inizia la mattina: si può ricorrere a una miscela di gemmoderivati costituita dai macerati gliceridi di prugnolo (Ribes nigrum gemme) e rosmarino (Rosmarinus officinalis giovani getti), che hanno anche il vantaggio di riattivare il sistema ipotalamico-surrenale, dal quale dipende la regolazione dei livelli pressori, specialmente in età matura.

Come assumerli - I tre gemmoderivati (MG1DH) si somministrano insieme : 50 gocce di ciascun rimedio da porre in una bottiglia d’acqua minerale naturale da almeno mezzolitro e da assumere a piccoli sorsi durante la mattinata per cicli di tre settimane intervallati da interruzioni di una settimana. Con questa cadenza, si fanno cicli di 3 mesi, si sospende per un mese poi si ripete.

L’infuso della sera. Grazie al melioto rinforzi il cuore e rendi elastici i vasi sanguigni

Del melioto, piantina erbacea che si trova comunemente ai margini dei prati e dei boschi, si utilizzano le foglie e i rami fioriti. Sono questi ultimi che con i loro caratteristici fiori gialli, spandono nell’aria un gradevole odore di miele da cui deriva il nome di questa pianta. Tra i componenti troviamo i flavonoidi (dall’azione protettiva) mentre i derivati cumarinici agiscono aumentano la resistenza e l’elasticità delle pareti venose, contribuendo a contrastare gli sbalzi pressori e migliorando anche la qualità del sonno.

Come assumerlo – L’infuso di melioto si prepara lasciando in infusine per 5-10 minuti 2-3 cucchiaini di erba essiccata (la puoi acquistare in erboristeria) in una tazza di acqua bollente. Bevi prima di andare a letto. Il melioto non va assunto se già prendi anticoagulanti.

L’alimentazione da seguire

Per prevenire l’ipertensione ispirati alla Dieta Dash (Dietary Approaches to Stop Hypertension); è un regime studiato negli Stati Uniti per ridurre il consumo di grassi e sodio, “veleni” per cuore e arterie. Ecco cosa fare

Meno sodio a tavola – Attenzione al sale nascosto in salumi, prodotti industriali, formaggi, snack; abituati a leggere le etichette. Se sei già iperteso puoi contare su fette, grissini e sostituti del pane iposodici.

Via libera ortaggi e frutta – Apportano fibre e vitamine, gustane 5 porzioni al giorno. Riducono la pressione e fluidificano il sangue.

Privilegia i cereali integrali – Insieme ai legumi (fagioli, piselli ecc.) e al pesce azzurro, mantengono elastiche le arterie.

Mangia i semi oleosi – Noci, mandorle ecc. forniscono Omega 3, amici di cuore e circolo.

No a grassi saturi e zuccheri raffinati – Alzano i livelli d’infiammazione e rendono vischioso il sangue.

Bevi di più – L’acqua idrata tutto l’apparato cardiocircolatorio e ti aiuta a “diluire” e smaltire il sodio.

Lo sport cha aiuta anche l’attività fisica è preziosa per ridurre naturalmente la pressione migliorare la condizione delle arterie e prevenire così i danni a livello circolatorio e non solo.

Indicati sono sport aerobici, che siano però a bassa intensità e di lunga durata come il ciclismo, la camminata, il nuoto a ritmo lento, lo scii di fondo.

Anche l’eros è una medicina per la tua pressione

Uno studio curato da un team di ricercatori della facoltà di medicina dell’Univerisità del Michigan, pubblicato sul Journal of Health and Social Behavior, rivela che una sana vita sessuale, anche e soprattutto in menopausa, rappresenta un valido fattore di protezione per i disturbi cardiaci dovuti anche alla pressione alta. L’indagine ha studiato come campione poco più di 2000 persone (maschi e femmine), di età compresa fra i 57 e gli 85 anni, e ha evidenziato che per le donne un eros soddisfacente, con una media di 7 rapporti mensili, contribuisce a prevenire i disturbi cardiocircolatori, in particolare l’ipertensione. Fare l’amore, infatti, stimola il corpo a produrre serotonina (l’ormone del buonumore) endorfine ed estrogeni (ebbene si, in menopausa non spariscono tutti!) che come è noto, contribuiscono a conservare in salute anche l’apparato cardiocircolatorio.

L’alternativa al sale

Tra le indicazioni alimentari fornite dall’organizzazione mondiale della sanità (OMS) vi è quella di ridurre il consumo del sale, ma anche di aumentare il consumo di potassio attraverso l’alimentazione. Ottimi frutta e verdura, che tamponano l’eccesso di cloruro di sodio , proprio grazie al loro rapporto di potassio . In commercio esistono dei Sali iposodici con Sali di potassio che consentono di insaporire le pietanze senza ricorrere al sodio.

5 grammi

E’ questa la dose di sale quotidiana che non va superata per evitare i disturbi pressori, sempre secondo l’Oms questa quantità di sale comprende sia il cloruro di sodio aggiunto dalla saliera che il sale presente nei cibi. In Italia il consumo è già oltre il doppio.