Dimagrimento Perdere peso

Le psico strategie per far funzionare la tua dieta

Se non riesci a liberarti di quei chili di troppo a volte il problema non è la dieta ma la mancanza di motivazione, oppure l’incapacità di essere sempre costanti

Se non riesci a liberarti di quei chili di troppo a volte il problema non è la dieta ma la mancanza di motivazione, oppure l’incapacità di essere sempre costanti. Se lo sgarro è dietro l’angolo e dimagrire si rivela un obbiettivo troppo lontano segui queste semplici strategie messe a punto dagli esperti.

Usa stoviglie e piatti piccoli
Così hai l'illusione di mangiare di più, perché il cibo sembra più grande. Sembra banale eppure l’illusione ottica funziona. Cerca anche di non mettere il patto di portata a tavola, così non hai la tentazione di servirti ancora. Ricorda sempre di masticare piano e fare qualche pausa tra un boccone e l’altro, per favorire i processi digestivi e rallentare la fame: il senso di sazietà arriverà prima.

Distribuisci il fabbisogno calorico
Evita di fare un pasto completo a pranzo sottovalutando gli altri pasti. Distribuisci invece il fabbisogno calorico nella giornata in modo da non avere picchi di sazietà e vuoti improvvisi. La distribuzione corretta è questa: il 15 per cento del fabbisogno calorico a colazione, il 10 con lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio, il 55 a pranzo e il 30 a cena.

Tieni il diario alimentare
Annotare ciò che si mangia è considerato un ottimo metodo per rendersi conto delle proprie abitudini alimentari e cambiare obiettivo se serve. Se lo fai sullo smartphone, con l'aiuto di una delle tante app in tema, è ancora più efficace, come rivela lo studio americano pubblicato sul Journal of Nutrition Education and Behavior, perché in più puoi calcolare il pesoforma e sapere quante calorie al giorno introdurre. Ricorda però che devi sempre bilanciare bene i nutrienti, calcolando cioè la giusta combinazione e proporzione di proteine, grassi e carboidrati.

Bevi acqua calda e limone
Lo facevano anche le nostre nonne per digerire e sgonfiarsi. E oggi lo consigliano anche i celebri dietologi e nutrizionisti come Gillian McKeith che segue le star come Jennifer Aniston e Demi Moore.
Acqua e limone è un'ottima bevanda alcalinizzante che aiuta a eliminare le tossine di troppo. L'acqua tiepida è un lenitivo gastrointestinale e il succo del limone scioglie i grassi. Se assumi la bevanda al mattino, almeno due volte a settimana e a digiuno gli effetti benefici sono duplicati.

Usa i beveroni (quelli giusti)
Le bevande iperproteiche che sostituiscono i pasti aiutano a dimagrire purché siano gustosi, altrimenti la motivazione cala dopo qualche giorno. I beveroni efficaci e salutari però spesso non sono gli ultimi ritrovati dell’industria alimentare dietetica ma i centrifugati biologici di frutta e verdura perché il potere dimagrante e soprattutto disintossicante è dovuto alla presenza di alcuni vegetali che riescono a bruciare i grassi grazie ai polifenoli. In più sono naturalmente freschi e gustosi. Si possono fare anche in casa, per esempio frullando pompelmi rosa, carote, avocado e gambi di broccoli, tutti alimenti che stimolano la digestione e la funzione del fegato, con i più l’acido oleico dell’avocado che dà il senso di sazietà.

Via libera a chewing gum e caramelle
Purché senza zucchero naturalmente. E’ stato infatti dimostrato che masticare gomme e caramelle tra un pasto e l'altro rilascia ormoni che favoriscono il senso di sazietà. E in più sono un trucco utile a ingannare la fame nervosa e ad evitare di cadere in tentazione mentre si prepara da mangiare e si tende a spizzicare e assaggiare tutto. Ma attenzione perché ci sono alcuni studi che affermano il contrario: stimolando la salivazione e a cascata anche gli processi legati all'assunzione del cibo, chewing gum e caramelle stimolerebbero l'appetito anziché azzerarlo.

https://www.ragusanews.com//immagini_banner/1553784712-3-piccolo-principe.jpg